Nei contesti abitativi l'antifurto rappresenta un sistema molto valido contro i tentativi di intrusione sia nei piccoli che nei grandi centri, sia in case isolate che nelle abitazioni meno nascoste.

L'evoluzione degli antifurto ha migliorato le loro prestazioni al punto che, lasciando incustodita la nostra casa, ci sentiamo più sereni.

Saremo più tranquilli noi e sarà al sicuro la nostra casa soprattutto se i sistemi antifurto comprendono telecamere di sorveglianza e rilevatori di presenza.

Generalmente gli antifurto annoverano sensori, quadri di comando e allarme, e si installano in una parete (meglio ancora se in alto così da non poter essere manovrati) per puntare sull'effetto deterrente.

Se invece l'intruso non si è fatto condizionare dalla visibilità dell'antifurto, allora quest'ultimo in poco tempo riconoscerà la sua presenza facendo scattare il segnale d'allarme.

Alcuni modelli di antifurto sono in grado di far scattare l'allarme anche se viene tagliato il cavo di alimentazione elettrica o se il coperchio dell'allarme viene rimosso. Si tratta di antifurto più sofisticati e generalmente più sicuri.

L'alimentazione elettrica può essere fornita dal collegamento al circuito domestico seppure esistano modelli che puntano sull'alimentazione ausiliaria a batteria qualora venisse a mancare la corrente.

Gli antifurto sono costituiti da un sistema a tempo attivatore dell'allarme con un ritardo prememorizzato così da consentire al proprietario di entrare e uscire dalla propria abitazione senza attivare l'allarme.